La mia farafalla azzurra, che si appoggia sulla parete, bianca.
Sbatte le ali, mane immobile.

L'elestufante che bussa.
Occhei.
Lo vedo entrare dalla porta della camera. Adesso si appisolato sotto la finestra.
Lo saluto dal guanciale.

Eccomi di nuovo sveglio.
Soffro.
Sbuffo.

Rapida consunzione.

a  v  a  n  t