MBonaiti

Amo i racconti brevi o meglio brevissimi.

CONVERSAZIONE SUL TE’

Avevo sedici anni quando feci questa telefonata ad un mio compagno di classe.

-Ciao, sono io.

-Ciao, come stai?

-Meglio, grazie.

-Cos’ hai fatto oggi?

-Niente, ho bevuto un t.

-Col latte o col limone?

-Senza niente, solo con un po’ di zucchero.

-Si ma , voglio dire, era t al limone ?

-No, non ci ho messo limone.

-Si, lo so che non l’hai messo tu, ma era t al limone o t alla pesca ?

-Era t da solo, senza limone e senza pesca.Un normalissimo t con un po’ di zucchero.

-Si ma tutti i t hanno un sapore: alla pesca, al limone, alla menta; il tuo di che cosa sapeva ?

-SAPEVA DI TE’ ! Lo sai che esiste una pianta che ha questo nome e dalle cui foglie si ricava una bevanda che SI CHIAMA TE’ APPUNTO !

-ALLORA ERA TE’ ALLE ERBE !

-NO, NON ERA NESSUNISSIMO CAZZO DI TE’ ALLE ERBE, ERA SOLO UN TE’ CHE VIENE DALL’ INDIA O DA NON SO DOVE MA NON C’ERA NESSUNISSIMO CAZZO DI AROMA DI ERBE !

-Beh, probabilmente non lo sai ma ci sono un sacco di tipi di t diversi: al timo, alle erbe, alla menta, probabilmente non ci hai fatto caso.

-Senti, LASCIAMO STARE.

-Si, si, va b, calmati.

-Senti, volevo solo sapere che cosa c’era di latino per luned.

-Uhm, …dunque………